Dopo l’occupazione l’incontro con il Comune per farci assegnare uno spazio

Venerdì sera, 28 gennaio, siamo usciti dal locale che ci siamo auto-assegnato nel quartiere Vallemiano dopo aver ottenuto un incontro, tenutosi la mattina del giorno dopo, con l’assesore al patrimonio Lassandari, l’assessore alle politiche giovanili Brisighelli, e con  i presidenti della prima e seconda circoscrizione. Dopo un lungo confronto e una dettagliata presentazione del progetto che abbiamo urgenza di concrettizare attraverso l’assegnazione di uno spazio adatto alle nostre esigenze, ci siamo conquistati l’inizio di un percorso che dovrà, da qui a due mesi, consegnarci il futoro centro sociale “Asilo Politico”. L’ex asilo risulta inagibile e per questo, così come dichiarato dai presenti, pericoloso. La prossima settimana verificheremo l’inagibilità o meno della struttura con un tecnico che dovrà fare un sopraluogo nell’edificio in questione.

In questi due mesi, inoltre, presenteremo il progetto scritto al Comune ed insieme verificheremo le soluzioni più idonee. Abbiamo specificato che non chiediamo uno spazio già ristrutturato, al contrario siamo completamente disponibili nel farci carico di possibili lavori necessari a rendere la struttura  agibile e fruibile da tutti. Lunedì prossimo vaglieremo insieme all’assessore Lassandari la possibilità di concederci uno spazio temporaneo che renda più gestibile le iniziative che abbiamo in corso.

Appena avremo stilato il progetto dettagliato da presentare all’amministrazione comunale sarà nostro piacere condividerlo pubblicamente con chiunque voglia insieme a noi progettare dal basso una nuova città e una nuova relazione tra questa ed i suoi abitanti.

Associazione Shimabara – Collettivo Studentesco O.P.S.


This entry was posted in Comunicati e Manifestazioni, Generale and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.